video

Orvieto

Risultano n° 86 eccellenze turistiche:

Necropoli del Crocifisso di Tufo (COD: 167)

Area archeologica di forte impatto visivo e tra le più importanti testimonianze della civiltà etrusca: la necropoli, conosciuta come la "città dei morti", ha oltre 70 tombe distribuite secondo la pla...

Necropoli del Crocifisso di Tufo »


Pozzo di San Patrizio (COD: 169)

Una delle meraviglie del mondo: così è considerato il Pozzo di San Patrizio. Geniale costruzione, ha doppia scala elicoidale continua che permetteva ai muli di scendere senza incrociarsi con quelli c...

Pozzo di San Patrizio »


Museo Faina (COD: 170)

Preziosa raccolta di oltre 3500 reperti etruschi provenienti dalle necropoli orvietane facenti parte della collezione Faina iniziato nel 1864. Notevole tra i vari pezzi, un sarcofago di Torre San Seve...

ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:

Venere di Cannicella: Piccola statua di origine etrusca conosciuta come "Venere di Cannicella" perché proveniente dalla necropoli omonima (VIII sec. a...

Museo Faina »


Palazzi Papali (COD: 519)

Architetture medievali caratterizzano il complesso di palazzi alle spalle del Duomo. Vennero edificati nel XIII sec. per ospitare i pontefici Urbano IV, Gregorio X e Martino IV. Uno degli edifici, già...

ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:

Museo Archeologico Nazionale: Una delle più complete e interessanti raccolte di reperti etruschi delle necropoli orvietane. Suggestiva e interessante è la ricos...

Palazzi Papali »


Duomo (COD: 173)

Gioiello dell'architettura romanico-gotica, si impone all'attenzione con la splendida facciata, capolavoro di L. Maitani, simile a un prezioso trittico scintillante di oro e mosaici. Fu iniziato alla...

ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:

Cappella di San Brizio: Uno dei cicli pittorici più significativi dell'arte italiana per la potente espressività. Opera iniziata da Beato Angelico e porta...

Reliquiario del Sacro Lino: Preziosa opera di cesello realizzata da Ugolino di Prete Ilario nel 1337-1338. E' in argento e smalti traslucidi e dorato nelle in...

Cripta del Duomo: Ora accessibile solo dalla fiancata esterna destra del Duomo, del ciclo di affreschi conserva una "Annunciazione" del XIV sec. e u...

Porte bronzee: Capolavoro dell'artista Emilio Greco, furono realizzate dal 1964 al 1970. Raffinata rappresentazione delle "Opere della Misericor...

Bassorilievi del Duomo: Una pregevole e complessa teoria di bassorilievi ricopre i piloni della facciata del Duomo. Le raffigurazioni riguardano "Storie d...

Mosaici della facciata del Duomo: Splendidi mosaici a fondo oro realizzati nel '300 su cartoni di famosi artisti rendono preziosa e splendente la facciata del Duomo...

Cappella del Corporale: Così detta perché conserva la reliquia del Sacro Lino, è stata completamente affrescata da Ugolino di Prete Ilario con la collabor...

Tabernacolo dell'Orcagna: Complessa e affascinante edicola realizzata per custodire la reliquia del Sacro Lino. Ideata da Niccolò da Siena, fu portata a ter...

Pietà: Drammatica rappresentazione della morte di Cristo. Il gruppo scultoreo venne realizzato da Ippolito Scalza nel 1579.

Organo del Duomo di Orvieto: Opera grandiosa nella sua concezione e nella complessa strutturazione, fu disegnato da Ippolito Scalza. E' posto sopra una cantori...

Affreschi dell'abside del Duomo: L'eccezionale ciclo pittorico copre interamente l'abside con "Episodi della vita della Madonna" e la "Madonna in gloria". E' stat...

Vetrate del Duomo: Una delle più significative espressioni dell'arte gotica: particolarmente belle quelle dell'abside realizzate da Giovanni Bonino n...

Coro ligneo: L'arte dell'intaglio e dell'intarsio del legno trova nel Duomo di Orvieto una delle sue massime espressioni. Venne realizzato nel...

Duomo »


Parco Fluviale del Tevere (COD: 221)

Paesaggi di eccezionale bellezza e uno straordinario ambiente vegetazionale e faunistico. E’ caratterizzato dal corso del Tevere, il fiume della storia, dal lago di Corbara e dall'Oasi di Alviano. L'U...

Parco Fluviale del Tevere »


Gole del Forello (COD: 274)

Un grande scenario naturale: il paesaggio è caratterizzato da alti pareti rocciose di travertino, spesso aperte da cavità e grotte, che scendono a picco fino al Tevere che attraversa lo stretto fondov...

Gole del Forello »


Porto di Pagliano (COD: 161)

Sito archeologico di grande importanza: mostra i resti di un grande porto fluviale del quale sono visibili 5 moli e circa 70 ambienti tra cui magazzini per lo stoccaggio delle merci. Sorse alla confl...

Porto di Pagliano »


Palazzo del Capitano del Popolo (COD: 183)

Palazzo prestigioso caratterizzato dal caldo colore del tufo: ha originali ed eleganti finestre a trifora e grande scalone esterno. Le origini risalgono al 1157. Ospitò dapprima il Consiglio del Popol...

Palazzo del Capitano del Popolo »


Abbazia dei SS. Severo e Martirio (COD: 297)

Arte e misticismo: di sicuro impatto visivo "la Badia" è un complesso benedettino del XII sec. poi ingrandito. Sono visibili due chiese, l'abbazia, il caratteristico campanile dodecagonale e affreschi...

ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:

Paliotto d'altare: Eccezionale esempio di arte barbarica: la parte più antica è del VII sec., la più recente dell'XI. E' contraddistinto da bassorili...

Abbazia dei SS. Severo e Martirio »


Chiesa di San Giovenale (COD: 185)

Rappresenta un vero e proprio museo della pittura orvietana per l'insieme di affreschi visibili lungo le pareti. Eretta a partire dal 1004 - ma probabilmente è più antica - e ampliata nel XII sec., h...

ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:

Altare di San Giovenale: Datato 1171, presenta un raffinato intreccio di motivi bizantini a bassorilievo, figure e colonnine adornate anche con figurazioni...

Calendario dei morti: Curiosa rappresentazione pittorica posta a fianco dell'ingresso laterale. Vi sono scritti i nomi di personaggi cittadini che aveva...

Chiesa di San Giovenale »


Museo delle mailiche medievali (COD: 549)

La Collezione "Marino" della ceramica medievale e rinascimentale è una straordinaria raccolta di oltre 1500 pezzi di ceramica ricomposti e restaurati dopo essere stati ritrovati nella grande fornace ...

Museo delle mailiche medievali »


Museo dell'Opera del Duomo (COD: 176.02 (178))

Raccolta di sculture, affreschi, pitture, oggetti di arte orafa, terrecotte e i disegni della facciata del Duomo di L. Maitani Ospitato nel Palazzo Soliano dei Papi. Raccolta di reperti archeologici i...

ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:

Polittico di Simone Martini: L’eleganza gotica della pittura di Simone Martini e l’estrema raffinatezza della linea di contorno caratterizzano il polittico es...

Museo dell'Opera del Duomo »


Chiesa (ex) di Sant'Agostino - Orvieto (COD: 564)

Eretta nel 1264 co l'adiacente convento, oggi accoglie opere d'arte notevoli già facenti parte del Museo dell'Opera del Duomo, come le statue del Mochi, l'iniziatore della scultra barocca.

Chiesa (ex) di Sant'Agostino - Orvieto »


Orvieto sotterranea - Parco delle grotte (COD: 172)

Il mondo affascinante dei sotterranei della rupe di Orvieto svela 2500 anni di storia: un percorso agevole attraverso una vera e propria città scavata nel tufo dove si ripercorre la vita quotidiana ...

ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:

Complesso ipogeo - Mulino di Santa Chiara: Eccezionale ritrovamento di un frantoio attivo al tempo degli Etruschi e rimasto in funzione fino al '600. Sono visibili le grand...

Orvieto sotterranea - Parco delle grotte »


Complesso di San Giovanni (COD: 188)

Il convento, in stile tardo-rinascimentale, si distribuisce intorno a un elegante chiostro. Il pozzo al centro è disegnato dal Sangallo. Al piano terra sono ospitate mostre e convegni. Nelle cantine d...

Complesso di San Giovanni »


Teatro Mancinelli (COD: 189)

Ottimo per la sua acustica - è uno dei gioielli dell'Umbria - venne eretto nel 1844 grazie a un consorzio di cittadini orvietani. E' affrescato dall'Angelini e dal Fracassini, quest'ultimo autore del ...

Teatro Mancinelli »


Torre del Moro (COD: 175)

La torre svetta sulla città con i suoi 47 metri di altezza. Orientata secondo i punti cardinali, fu costruita nel '200 al centro della città e divenne il simbolo della potenza del Comune. Dall’alto sp...

ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:

Palazzo dei Sette: Palazzo storico cittadino, fu costruito nel XIII secolo come sede della magistratura dei "Signori Sette" nel cuore della città, ha...

Torre del Moro »


Parco dell'Elmo-Melonta (COD: 235)

Area protetta naturalistica di grande valenza ambientale: il territorio è caratterizzato da un habitat pressoché integro ricco di alberi secolari e fiumi e torrenti dalle acque limpide e freschissime.

Parco dell'Elmo-Melonta »


Palazzo Soliano dei Papi (COD: 176)

Edificio gotico di nobile aspetto con ampia scalinata esterna e finestre a trifora, fu costruito nel 1262 come sede pontificia. Detto anche Palazzo di Bonifacio VIII, fu più volte ristrutturato, sopr...

ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:

Museo Emilio Greco: L’arte contemporanea del grande artista italiano è ampiamente rappresentata nelle 32 statue bronzee e negli oltre 60 disegni donat...

Museo dell'Opera del Duomo: Raccolta di sculture, affreschi, pitture, oggetti di arte orafa, terrecotte e i disegni della facciata del Duomo di L. Maitani Osp...

Palazzo Soliano dei Papi »


Pozzi della Piana (COD: 273)

Complesso di grotte sviluppato per oltre 2,5 km. presso le gole del Forello poco distanti da Titignano. Suggestivi i contrafforti rocciosi che scendono verso il fiume. Grande l'interesse storico in qu...

Pozzi della Piana »


Fanum Voltumnae (COD: 325)

Sito archeologico di grande interesse storico: gli scavi effettuati nell'area dell'ex Campo della Fiera hanno riportato alla luce un luogo di culto, probabilmente il tempio cui facevano riferimento tu...

Fanum Voltumnae »


Fortezza di Orvieto (COD: 327)

Eretta per ordine del cardinale Albornoz nel 1364, dopo essere stata distrutta, fu ricostruita da Bernardo Rossellino e poi ristrutturata in tempi recenti. Attualmente, al di là dell'ingresso, sono i...

Fortezza di Orvieto »


Chiesa della Madonna della Cava (COD: 533)

Piccola chiesa dedicata al culto mariano. L'interno, uno dei pochi esempi di barocco a Orvieto, conserva numerosi ex voto.

Chiesa della Madonna della Cava »


Pozzo della Cava (COD: 168)

Un pozzo profondo oltre 36 m. e con un diametro di 4 m.: una grande opera dell’uomo scavata nel cuore della rupe di Orvieto dichiarata, per la sua importanza, monumento nazionale. Fu realizzato a part...

ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:

Area archeologica via della Cava: Nella zona è stata riportata alla luce una grande muraglia identificata come di epoca etrusca: sono blocchi di tufo che proseguon...

Pozzo della Cava »


Chiesa di Sant'Andrea (COD: 184)

Monumento storico tra i più antichi e importanti. Sorto nel VI sec., fu ricostruito nel XII sec. e trasformato nel '400. All'interno affreschi del '300 e '400. Nei sotterranei resti etruschi e romani...

ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:

Sotterranei chiesa di Sant'Andrea: E' un vero e proprio museo archeologico: vi sono resti preistorici, preromani e romani, tratti di muro di un recinto sacro (perio...

Chiesa di Sant'Andrea »


Giardino all'inglese (COD: 537)

Poesia della natura: un'oasi di verde nel cuore di Orvieto, un giardino all'inglese. Ogni pianta, dalla più esotica alla più comune (cipressi, ligustri, agrifogli, canfora), trova bellezza e armonia ...

Giardino all'inglese »


Chiesa di San Domenico (COD: 300)

Costruita nel XIII sec. per i padri Domenicani - fu probabilmente la loro prima chiesa - aveva uno sviluppo ben maggiore raggiungendo i 90 metri di lunghezza. Ciò che resta è la ristrutturazione de...

ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:

Monumento del cardinale De Braye: E' una delle opere più significative di Arnolfo di Cambio (XIII sec.). E' un monumento funebre composto di più parti, alcune delle...

Cappella Petrucci: Completamente rivestita di marmi pregiati e originale nella sua struttura che vede alcune statue adagiate sul pavimento, la cappel...

Cattedra e Crocifisso di san Tommaso d'Aquino: Il seggio e il Crocifisso, ambedue di pregevole fattura, sono tra i ricordi più interessanti dell'opera svolta dal Santo nella cit...

Chiesa di San Domenico »


Palazzo Simoncelli (COD: 381)

Signorile edificio del '500 sorto come sviluppo e trasformazione di una torre medievale. Presenta all'interno splendide sale affrescate da C. Nebbia e G. Muziano.

Palazzo Simoncelli »


Castello di Titignano (COD: 415)

Una terrazza sul lago di Corbara e sul Parco Fluviale del Tevere: il castello con il suo complesso chiesastico e il borgo medievale che lo attornia - oggi trasformato in agriturismo - si trova in sple...

Castello di Titignano »


Castello di Corbara (COD: 416)

Imponente complesso fortificato risalente al XIII sec. oggi completamente ristrutturato, si affaccia in posizione dominante sul lago di Corbara in mezzo ad ampi vigneti da cui si stacca con il suo co...

Castello di Corbara »


Chiesa di Santa Maria dei Servi (COD: 492)

Presenta una luminosa architettura neoclassica sia nella facciata sia all'interno, opera della ristrutturazione del Vespignani di una precedente chiesa sorta nel 1265. All'interno un'acquasantiera, ...

Chiesa di Santa Maria dei Servi »


Palazzo Comunale Orvieto (COD: 298)

Mostra impostazione rinascimentale dovuta alla mano di Ippolito Scalza, ma l'edificio affonda le sue radici nel Medioevo. La fronte è caratterizzata da un arioso loggiato.

ALTRE ECCELLENZE FRUIBILI NELLO STESSO SITO:

Sarcofago con scena nuziale: Importante reperto di epoca romana inserito sulla parete di una delle sale del Palazzo Comunale. Mostra la scena di una cerimonia ...

Palazzo Comunale Orvieto »


Castello di Tordimonte (COD: 419)

Di sicuro effetto per la sua intatta struttura e per la posizione dominante su Orvieto, il castello ha l'aspetto di un borgo fortificato con porta d'accesso, corte interna e gli edifici collegati al c...

Castello di Tordimonte »


Rocca Sberna e Rocca Ripesena (COD: 420)

Di forte impatto visivo, sono due massi tufacei isolati rispetto alla piana orvietana. Su Rocca Ripesena si è sviluppato un piccolo borgo. In ambedue i luoghi sono stati trovati siti preistorici.

Rocca Sberna e Rocca Ripesena »


Palazzo Filippeschi-Simoncelli (COD: 496)

Elegante e armonica architettura forse realizzata da Bernardo Rossellino. Raffinato cortile loggiato e interessante ciclo di affreschi nelle sale interne.

Palazzo Filippeschi-Simoncelli »


Castello di Prodo (COD: 276)

La mole del castello si staglia nitida nel cuore del paese omonimo e in posizione panoramica a picco su burroni scoscesi. Appartenne alla nobile famiglia Prodenzani e fu una delle roccaforti strategic...

Castello di Prodo »


Forra di Prodo (COD: 459)

Spettacolare forra scavata dalle acque di Fosso Campione che confluiscono nelle Gole del Forello formando una serie di cascate che fanno del luogo un acquafun naturale. E' particolarmente adatta per l...

Forra di Prodo »


Palazzo Monaldeschi della Cervara (COD: 323)

Elegante palazzo nobiliare alla cui costruzione parteciparono vari architetti. Notevoli le decorazioni delle sale, in particolare de La Caminata con raffigurazioni della famiglia Monaldeschi, i segni ...

Palazzo Monaldeschi della Cervara »


Torre e orologio del Maurizio (COD: 324)

E' il primo automa realizzato per scandire i tempi del lavoro degli operai che costruivano il Duomo. Si tratta di una campana che viene battuta da una statua ad ogni passare di ora. Venne realizzato n...

Torre e orologio del Maurizio »


Chiesa di San Bernardino (COD: 499)

Una singolare pianta ellittica caratterizza la chiesa che conserva al suo interno una bella opera di Sinibaldo Ibi raffigurante la "Vergine in trono col Bambino tra i santi Pietro, Paolo, Francesco e ...

Chiesa di San Bernardino »


Chiesa di San Francesco (COD: 294)

Costruita a metà del '200 - dell'epoca conserva il bel portale gotico - fu trasformata in stile barocco nel '600. All'interno molte tele di artisti vari e, nella cappella del campanile, affreschi trec...

Chiesa di San Francesco »


Tempio del Belvedere (COD: 166)

Tempio etrusco risalente al V sec. a.C. Sono visibili il basamento del podio (m. 17 x 22) e la scalinata d'accesso. I reperti qui rinvenuti sono conservati al Museo Faina.

Tempio del Belvedere »


Necropoli di Lauscello (COD: 182)

Vasta necropoli etrusca ( III-II sec.Necropoli di Lauscello »


Palazzo Clementini (COD: 326)

Ha aspetto elegante con bella facciata scandita da cornicioni e timpani. Fu edificato a metà del '500 da Ippolito Scalza. Da osservare il delizioso ninfeo decorato situato a fianco dell'edificio. Sed...

Palazzo Clementini »


Castello di San Quirico (COD: 417)

Immerso in una zona di particolare bellezza per l'ambiente integro e per i suoi panorami su Orvieto, risale al XIII sec. ma è stato ristrutturato nell'800 da Paolo Zampi. Conserva l'antica imponente...

Castello di San Quirico »


Funicolare (COD: 493)

Un modo pratico e suggestivo per accedere sul pianoro della rupe di Orvieto. Nell'800 funzionava ad acqua.

Funicolare »


Fonti del Tione (COD: 418)

Le fonti di acqua oligominerale sgorgano presso Orvieto, in un ambiente di grande pregio naturalistico.

Fonti del Tione »


Chiesa di San Ludovico (COD: 494)

Annessa al monastero omonimo, conserva diverse opere d'arte tra cui "Gli Innocenti adorano Gesù" di Andrea di Giovanni (1410).

Chiesa di San Ludovico »


Oratorio della Misericordia (COD: 495)

Armonica l'architettura dell'interno. Notevole l'arredo di legno dipinto con un pulpito con tre formelle finemente intagliate. Interessanti affreschi con le storie di San Giovanni Battista di Salvi Ca...

Oratorio della Misericordia »


Palazzo Gualterio (COD: 321)

Palazzo di austero e nobile aspetto edificato da Antonio Sangallo e più volte trasformato, anche ad opera di Ippolito Scalza. Appartenne alla famiglia Gualterio.

Palazzo Gualterio »


Porta Maggiore (COD: 322)

Dà accesso alla città dal lato occidentale aprendosi nella rupe con un unico fornice. In alto si trova la statua di Bonifacio VIII. Un'altra del pontefice si trova su Porta Soliana, situata dalla part...

Porta Maggiore »


Palazzo Caravajal (COD: 497)

Edificio rinascimentale caratterizzato da un ingresso monumentale. Fu realizzato da Ippolito Scalza nel XVI sec. per il vescovo di Soana.

Palazzo Caravajal »


Chiesa di San Lorenzo de' Arari (COD: 292)

Di semplice impostazione romanica e con campaniletto a vela, è originaria dei primi dell'XI sec. Suggestivo l'interno con resti degli antichi affreschi e un altare ricavato da un'ara etrusca.

Chiesa di San Lorenzo de' Arari »


Chiesa del Buon Gesù (COD: 498)

Edificata tra il '400 e '500, è stata trasformata in senso barocco. All'interno l'originale affresco detto del "Madonna del morto vivo" ritenuta miracolosa.

Chiesa del Buon Gesù »


Ex chiesa del Carmine (COD: 293)

L'elegante portale gotico e gli affreschi con le "Storie dei carmelitani" è ciò che resta della chiesa realizzata nel '300 occupando le arcate della medievale Loggia dei Mercanti. E' sede di manifest...

Ex chiesa del Carmine »


Sassosotagliato - salita del Tamburino (COD: 181)

Tratto di strada basolata di origine etrusca poi pavimentata in epoca romana, è quanto resta dell'antica via orvietana che collegava Orvieto con Bolsena.

Sassosotagliato - salita del Tamburino »


Porta Postierla (COD: 295)

Elegante costruzione medievale situata nei pressi dell'antica Porta Soliana e posta sull'asse est-ovest di Orvieto al capo opposto di Porta Maggiore. In una nicchia si trovava una delle due statue di ...

Porta Postierla »

Ditt - elenco soci ed esterni - Segnaletica permanente - info@ditt.it - © Green Consulting - Privacy Policy

Piazzale Felice Fatati 6 - Collestatte Piano Terni - Italia - T.+39 0744 431949 - F.+39 0744 449430 - P.IVA 01247060559 - N. REA 82851